venerdì 2 dicembre 2011

Seitan fatto in casa

Mi sono proprio fissata, ultimamente non mi va x niente la carne e allora ho detto: devo provare il seitan.. che mi incuriosiva.. Qui non sapevo dove comprarlo e quindi subito a guardare come si fa! J Solo farina e acqua?? Ma ti pare che non provo?! Eh.. la prossima volta però mi organizzo meglio e ci metto qualche spezia in più e soprattutto la salsa di soia! Assicuro che la cosa che mi ricorda di più è il gusto della carne, (ma senza ovviamente il pensiero di mangiare un esserino) ma anche senza grasso e altre cose che ho sempre scartato.. l’unica cosa: Occhio che è sostanzialmente glutine!


Ingredienti:
- 600 ml di acqua
-1 kg di farina manitoba (tipo 0)
-ingredienti per il brodo a piacere (consiglio la salsa di soia che dà  anche il colore al seitan)
Se vuoi fare solo una prova puoi dimezzare le dosi, ma farne poco poco non vale la pena, dopo tutto il lavorone! Che  poi sembra peggio di quello che è… J

Preparazione:
Metti in una terrina la farina, aggiungi l’acqua piano piano e impasta con le mani per una decina di minuti o comunque finchè diventa una palla omogenea e liscia.
Lascia la palla nella terrina, ricoprila d’acqua fredda e lasciala lì almeno un’ora (se prepari alla sera, può stare anche tutta la notte), più tempo passa e più sarà facile la fase successiva.
Passato il tempo prendi la terrina e porta l’impasto nel lavello J e inizia a sciacquarlo sotto l’acqua a filo.
In pratica continui a lavorarlo con le mani facendo scorrere l’acqua sopra, in modo che si perda l’amido e rimanga il glutine.
Sulla temperatura dell’acqua ho letto che va bene sia solo fredda, sia fredda e calda,  io ho alternato perché mi si congelavano le mani! Ho letto dei suggerimenti che dicono che alternando è meglio finire e iniziare sempre con la fredda. (E’ più facile farlo che dirlo!)
Bisogna lavorare l’impasto finchè l’acqua non diventa limpida (almeno 30 minuti).
Fai bollire in una pentola capiente un bel po’ d’acqua (poi dipende da quanto hai fatto, ma il seitan aumenta di volume).
Taglia il seitan a tuo piacimento, io non sapevo bene come fare è l’ho fatto solo a pezzetti tipo polpette (quella specie di spugnette nella foto!), forse conviene fare un rotolo tipo gnocchi e tagliare i pezzetti quanto grandi si vogliono.
Lessa il seitan nell’acqua salata x 30 minuti.
Facendo un salsicciotto si può avvolgere con un panno o una garza (bianchi!) per farlo stare ben compatto.
Intanto che va avanti la bollitura, prepara il brodo a parte.
Ci puoi mettere quello che vuoi, io ho usato sedano, carota, prezzemolo e sale che avevo a casa, infatti il mio seitan non ha un aspetto invitante, anche se era buono lo stesso!
Gli ingredienti consigliati che ho trovato in giro sono: la salsa di soia (che lo scurisce), alloro, rosmarino, zenzero grattugiato, alga kombu.

Fai bollire il brodo e terminata l’altra cottura, aggiungici il seitan e lascialo altri 30 minuti che si insaporisca.
Finita tutta la cottura il seitan è pronto!
Si può ridurre a pezzetti e cucinarlo come se fosse carne, farne del ragù tritandolo o quello che si preferisce. Si può anche congelare se si fa in dosi maggiori dividendo bene i pezzi che non si attacchino.
Io ho diviso il mio seitan in due:

una parte l’ho cucinata pochi minuti in padella con olio o burro (non mi ricordo!), cipolla, rosmarino, timo e l’ho accompagnato con delle carote (cotte in padella con olio e sale).
una parte l’ho cucinata sempre un paio di minuti con olio, origano e passata di pomodoro, che con gli ingredienti che ho usato era la migliore (pronta nella prima foto in alto).
La prossima volta andrà meglio, ma posso dirmi soddisfatta di questo “progetto improvvisato”!
Ps: Secondo me era più buono il giorno dopo! J

6 commenti:

  1. Non crediate che mi sia dimenticata del 7 project, adesso che ho capito come si fa! :) Ma è così difficile, non so cosa scegliere!!! Stasera mi metto là e pubblico!

    RispondiElimina
  2. Daisy...non potevo non commentare questa ricetta: 10 anni da vegetariana ti cambiano la vita!la tua ricetta me la devo segnare assolutamente, bravissima!idea originale ed utile ;-)grazie:-)

    RispondiElimina
  3. ma daiii troppo carino , sai che anche io dalle mie parti non lo trovo ?? e qualche tempo fa mi incuriosiva , poi ho dovuto rinunciare , mi sa che devo proprio provarci .. ottima cosa hai fatto pubblicando questa ricetta

    RispondiElimina
  4. Interessante ricetta, da provare! Ciao

    RispondiElimina
  5. Da qualche mese anch'io sto iniziando a frequentare il seitan, però quello già pronto, ma trovo che sia troppo salato;e di tanto in tanto comincia a ronzarmi in testa l'idea di prepararlo da me Questo tuo post mi da la conferma che lo devo assolutamente provare!Grazie mille per le utili informazioni e per il post preciso e dettagliato.
    Cristy

    RispondiElimina
  6. @Cristina: Ciao! Sono contenta che la "mia" ricetta sia utile! Fammi sapere come va se lo fai, comunque ti consiglio di usare le spezie perchè sennò viene poco gustoso :)

    RispondiElimina

Lascia un commento, una critica o anche solo un saluto! Grazie! :)
(Per qualsiasi problema contattami via e-mail)